Stagione Teatro 16.17: FIGLIDIUNBRUTTODIO

venerdì 9 giugno 2017 - 21:00

Per problemi organizzativi lo spettacolo FIGLIDUN BRUTTODIO andrà in scena in queste nuove date:
ALTROVE STAGIONE TEATRALE 16.17
Venerdì 9 e Sabato 10 Giugno 2017, ore 21

Venerdì 5 – Sabato 6 MAGGIO 2017, ore 21

FIGLIDIUNBRUTTODIO

uno spettacolo di e con Paolo Mazzarelli e Lino Musella*
Produzione
Compagnia MusellaMazzarelli**
Spettacolo vincitore del Bando InBox 2010

* Premio Le maschere del Teatro Italiano 2014 miglior attore emergente
* Premio della critica come migliore attore 2015

** Premio della Critica 2015 per la drammaturgia
** Premio Hystrio 2016 per la drammaturgia

FIGLIDIUNBRUTTODIO è, in ordine di tempo, il secondo spettacolo della Compagnia MusellaMazzarelli, e nasce da quel metodo di creazione integrale a due (ideazione, scrittura, regia, interpretazione divisi al 50%) che caratterizza il lavoro della Compagnia.

FIGLIDIUNBRUTTODIO sceglie, all’interno della nostra Realtà, due storie: -la prima, centrale, ha per protagonisti due gemelli ed un conduttore televisivo, ed è ambientata nel mondo della TV. Un mondo in cui Denari e Speranze scorrono a fiumi, attraverso canali a volte putrescenti. Una Fogna regale, nella quale hanno diritto a nuotare, o ad annegare, solo pochi eletti. -La seconda, a fare da contrappunto, è la storia di due falliti veri. Una coppia ispirata a quella di “Uomini e topi” di Steinbeck. Due poveri cristi senza futuro, che sopravvivono nella Spazzatura, nell’illusione, nel reciproco Amore.

Cosa hanno in comune i personaggi della regale Fogna di certa TV, e gli altri due, che bazzicano nella reale Spazzatura di tutti i giorni? Primo: fanno ridere, ma non lo sanno. Secondo: non hanno Speranze, ma sono convinti di averne. Terzo: sono figli diversi, e illegittimi, di una stessa Realtà, di un comune Tempo, di un brutto Dio.

Estratti Rassegna Stampa

“Imprevedibile..gustosissimo… l’orrore fa a gara con gli scoppi di risate”
(Franco Quadri, “La Repubblica
”)

“Una pièce stralunata e perfetta che acquista in scena un senso profondo mettendo, a confronto due modi di essere attore”
(Maria Grazia Gregori, “
L’unita”)

“Vero pezzo di bravura… che sintetizza alla perfezione lo spirito di un’epoca”
(Renato Palazzi,
“Il sole 24 ore”)

MusellaMazzarelli2

Condividi su