VIAGGIO IN ITALIA / 19-20 maggio

venerdì 19 maggio 2017 - 18:30

settis

 

VIAGGIO IN ITALIA / 19-20 maggio
Incontri
Il 19 avremo ospite il writer dei Quartieri Spagnoli, alias CYOP&KAF, che presenterà il suo IL SEGRETO, girato tra i ragazzini di strada di Napoli in occasione della festa di sant’Antonio. Una visione contemporanea della riappropriazione di spazi di socialità in luoghi abbandonati e non rivendicati dallo Stato, che parte dalla gente di strada e dai bambini della città. Miglior opera prima a Cinéma du reél 2013.
Il giorno dopo, un incontro pubblico con lo storico dell’arte Salvatore SETTIS, impegnato in tante battaglie civili a tutela del paesaggio e dei beni culturali. L’incontro sarà proposto in forma di intervista condotta dai volontari della trasmissione Ci vuole orecchio, di Radio Gazzarra, la radio del Teatro Altrove. A seguire,  il documentario UNFINISHED ITALY e i corti in pellicola sulla Sicilia realizzati da De Seta e da Alliata a cavallo tra gli anni 50 e 60, con l’incredibile presenza di Vittoria Alliata di Villafranca, figlia del principe-operatore subacqueo Francesco Alliata. E’ gradita la prenotazione.

 

 

Di seguito il programma dettagliato con gli orari:

 

VENERDÌ 19 MAGGIO / 18.30
IL SEGRETO / CYOP&KAF
INCONTRO CON CYOP&KAF

A metà gennaio in molti quartieri di Napoli si celebra ancora il rito del cippo di Sant’Antonio. Passato il Capodanno, i ragazzini si mettono in cerca di legna da bruciare, spingendosi anche molto lontano dal proprio quartiere. Ogni banda ammassa la legna in un nascondiglio – il “segreto” – per proteggerla dalle incursioni dei gruppi provenienti dai quartieri vicini. Nei Quartieri spagnoli la banda di Checco Lecco accumula abeti di tutte le taglie in uno spazio abbandonato, lasciato libero dall’abbattimento vent’anni prima di un palazzo danneggiato dal terremoto del 1980. Tutto si svolge in strada, la mattina a volte si marina la scuola, mentre la notte si monta la guardia al nascondiglio.

 

VENERDÌ 19 MAGGIO / 21.15
LE MANI SULLA CITTÀ / FRANCESCO ROSI
[ ITALIA, 1963 - 105’ ] Copia in 35mm della Cineteca Nazionale di Roma

Napoli, anni ‘60. Nonostante il crollo di un palazzo fatiscente provocato dai lavori di demolizione compiuti dalla sua impresa, il costruttore e consigliere comunale Edoardo Nottola ha in mente un’operazione di speculazione edilizia senza precedenti, che potrà essere realizzata senza ostacoli una volta ottenuta la carica di assessore all’edilizia.

19maggio

 

SABATO 20 MAGGIO /  18.00

INCONTRO CON SALVATORE SETTIS / DIRETTA RADIO “CI VUOLE ORECCHIO”

ingresso libero

Il Teatro Altrove ospita un evento speciale, frutto della collaborazione tra Radio Gazzarra e Laboratorio Probabile Bellamy: a partire dalle ore 18 il pubblico avrà la possibilità di assistere alla diretta del programma Ci vuole orecchio che proporrà una conversazione a tre con Salvatore Settis, archeologo e storico dell’arte impegnato in tante battaglie civili a tutela del paesaggio e dei beni culturali.

20maggio_01

SABATO 20 MAGGIO / 21.00
UNFINISHED ITALY / L’ITALIA A PEZZI
Unfinished Italy + I dimenticati intero 8 euro / ridotto 6 euro

In Italia ci sono oltre seicento edifici pubblici mai conclusi: stadi che non hanno mai ospitato partite o spettatori, ospedali in cui nessun paziente è stato curato o teatri che aspettano da decenni la serata inaugurale. Segni caratteristici del paesaggio e di una politica nazionale quasi emblematici di un vero e proprio stile architettonico della modernità. Benoit Felici ci guida così in un viaggio alla scoperta di luoghi mai nati, spesso trasformati e adattati dagli abitanti della zona grazie ai quali trovano nuova vita. Liberamente ispirato a Rovine e macerie – Il senso del tempo (2004) di Marc Augé.

20maggio_02

SABATO 20 MAGGIO / 21.40

I DIMENTICATI
I CORTI DI DE SETA E ALLIATA COMMENTATI DA VITTORIA ALLIATA

« Avevo sentito parlare dei documentari di De Seta come accade con i luoghi leggendari [..] Non era solo il mondo dei miei antenati che era apparso davanti agli occhi, ma anche un cinema che non esisteva più. Un cinema che aveva il potere dell’evocazione religiosa.» Le parole di Martin Scorsese si riferiscono ai dieci cortometraggi che Vittorio De Seta girò tra il 1954 e il 1959 nel profondo di un’ Italia che non c‘è più: un paese di contadini, pescatori e allevatori che da sempre viveva secondo le regole immutabili della tradizione e che, da lì a poco, sarebbe drasticamente scomparso. De Seta ci regala uno degli album più intensi di un paese che stava scomparendo e al quale, oggi, guardiamo con nostalgia. Durante la serata saranno proiettati 5 cortometraggi di De Seta ( Lu tempu di li pisci spata, Surfatara, I dimenticati, Parabola d’oro, Un giorno in Barbagia ) e il cortometraggio di Francesco Alliata, Tonnara girato nel 1947. I film saranno commentati da Vittoria Alliata della Panaria film e da Salvatore Settis. Tutte le proiezioni saranno in pellicola 35mm (copie della Cineteca di Bologna).

 

per informazioni,  diffusione o partecipazione all’evento (su facebook: https://www.facebook.com/events/1921407164805279/?notif_t=plan_user_associated&notif_id=1494541321250588)

Condividi su