Stagione Teatro 17.18: SONNETS

venerdì 30 marzo 2018 - 21:00

ALTROVE STAGIONE TEATRALE 17.18
Venerdì 30 MARZO 2018 – ORE 21

“SONNETS”
di e con BETTEDAVIS DUO e Alberto Capocardi

Quando considero che qualsiasi cosa che cresce, rimane perfetta solo per un istante, che questa immenso palcoscenico offre solo illusioni […]
allora il pensiero di questo stato di precarietà mi riporta in mente la tua traboccante gioventù

(W. Shakespeare, sonetto 15)

“Sonnets” è uno spettacolo musicale del BETTEDAVIS Duo, con Davide Lorino e Elisabetta Mazzullo. Traendo spunto dai testi originali dei sonetti di William Shakespeare, il duo canta e suona le parole del bardo in un’atmosfera delicata e intima che porta gli ascoltatori a farli sentire davanti a un caminetto ad assaporare la delicata malinconia delle poesie che cantano la giovinezza. Suoni acustici, chitarra, voce, oboe, e percussioni accompagnano questo concerto che è un viaggio dentro i propri ricordi.

BETTEDAVIS DUO

DAVIDE LORINO
Nasce ad Alessandria. Si diploma alla Scuola del Teatro Stabile di Genova nel 1998 e proprio allo Stabile debutta lo stesso anno ne La dame de Chez Maxime, con Mariangela Melato, per la regia di Alfredo Arias. La sua carriera di attore teatrale prosegue col progetto U.R.T, diretto da Jurij Ferrini, e poi ancora da Marco Sciaccaluga, Valerio Binasco, Fausto Paravidino, Tonino Conte, Giorgio Gallione, Luca Ronconi e Carmelo Rifici. Intanto in cinema esordisce nel 2000 con il film di Guido Chiesa, Il partigiano Johnny. Prosegue poi con Texas di Fausto Paravidino, Gomorra di Matteo Garrone, Nel nome del male di Alex Infascelli accanto a Fabrizio Bentivoglio, Amalfi 50 seconds di Hiroshi Nishitani, L’erede di Michel Zampino. Recentemente ha lavorato con Liza Azuelos per il film Dalida, in uscita in Italia. Ha collaborato con diverse fiction televisive tra cui Non uccidere, Questo nostro amore, La certosa di parma, Fuoriclasse, Il tredicesimo apostolo, L’onore e il rispetto, Squadra antimafia. Lo studio e la passione per la chitarra classica lo porta infine a comporre, in collaborazione con Elisabetta Mazzullo, canzoni ispirate ai sonetti di Shakespeare, da cui sta nascendo un progetto discografico in uscita nei prossimi mesi.

ELISABETTA MAZZULLO
Nasce a Milano. La musica la accompagna fin da piccola: canta in formazioni corali locali e studia pianoforte e oboe. Si laurea in filosofia e parallelamente crea con quattro amiche il quintetto vocale a cappella Le Bruit, con cui per qualche anno si esibisce in Italia e incide un disco. A 26 anni nasce il desiderio di fare teatro, frequenta per un anno la scuola veneziana L’Avogaria e contemporaneamente entra in una compagnia vicentina, La Piccionaia, con  cui lavora per un paio d'anni in produzioni di teatro popolare. Crea in quel periodo con la collega Eva Rossella Biolo un duo per spettacoli di narrazione e canto di strada. A 28 anni entra nella scuola dello stabile di Genova e dopo il diploma lavora in Tartufo con Eros Pagni per la regia di Marco Sciaccaluga, in La lotta nella stalla di Mario Jorio, Amadeus con Tullio Solenghi, regia di Alberto Giusta e Valley song con Nicola Pannelli, regia di Matteo Alfonso, Volevo solo ammazzarne venti di Alessio Bertoli, Città inferno di Elena Gigliotti. Recentemente ha lavorato con Valerio Binasco in La cucina. Per la televisione ha lavorato in una recente fiction Rai, Il vicequestore Schiavone per la regia di Michele Soavi. In questi anni continua parallelamente la passione per la musica con il gruppo genovese Luke and the Lion, in tour prossimamente in Europa e con un progetto di teatro canzone con Viviana Strambelli. Nasce di recente la collaborazione con Davide Lorino con cui sta concretizzando un progetto discografico sui sonetti shakespeariani, in uscita nei prossimi mesi.

10_Sonnet_web

Condividi su